ItalianoGermanEnglishFrance
HOME MANIFESTAZIONI AMBIENTE TRADIZIONI AGRICOLTURA TEMPO LIBERO LINK RICETTIVITA'
designdesigndesign
design

   aromatica_picc.jpg

design
designdesigndesign
designdesigndesign
design
There are currently:
6 anonymous users online
0 registered users online:
design
designdesigndesign
design
Statistiche
designdesign
designdesign
designdesigndesign
design
design
Euroflora
designdesign
design

ronzaint.jpg

Il 21 aprile 2006 si aprirà, per undici giorni, la nona edizione di Euroflora, la più grande manifestazione europea dedicata alla floricoltura e al florovivaismo. La fiera sarà ospitata nei padiglioni della Fiera Internazionale di Genova, su una superficie espositiva di oltre centomila metri quadrati. Euroflora viene organizzata a cadenza quinquennale: durante l’edizione del 2001, gli espositori furono 800, provenienti da 15 nazioni, e i visitatori assommarono a 673 mila; l’obiettivo di Euroflora 2006 è, comunque, battere il record del 1986, quando gli ingressi furono addirittura oltre 730 mila.

Il filo conduttore dell’esposizione di quest’anno sarà l’acqua: l'acqua come elemento primario della vita sul pianeta, ma anche come risorsa esauribile, sulla quale è necessaria una consapevolezza diffusa. Si annuncia, quindi, un’esposizione traboccante di cascate, giochi e fontane, ma l’acqua sarà intesa anche come via di collegamento, attraverso la quale si sono diffuse nuove specie vegetali. Infatti una delle meraviglie della fiera sarà la ricostruzione di un porto "old America", per ripercorrere la storia di spezie, erbe e frutti arrivati in Europa nel corso dei secoli. Un vascello carico di piante - realizzato sotto la tensostruttura della marina del quartiere fieristico - sarà l'ambientazione ideale per osservare, tra piante del tè, del caffè e del cacao, datteri e banani, un panorama che annovererà migliaia di specie: dalla flora alpina alle lussureggianti vegetazioni tropicali, passando per monumentali piante di agrumi e rarità botaniche.

Per i floricoltori Euroflora è molto di più che una vetrina promozionale: i 756 concorsi a premi rappresentano una vera e propria Olimpiade della floricoltura, appetibile non solo per i 420.000,00 euro di montepremi, ma soprattutto per il prestigio internazionale che conferisce la vittoria delle medaglie in palio, assegnate da giurie competenti e severe chiamate a scegliere tra centinaia di concorrenti. La competizione è particolarmente sentita dai floricoltori della Riviera, che, in un certo senso, “giocano in casa”: i floricoltori del distretto di Sanremo, specializzati nel fiore reciso, e della zona di Albenga, dove è prevalente la produzione in vaso, sono già al lavoro da tempo per la progettazione degli stand, con l’obiettivo di lasciare i visitatori a bocca aperta. Sarà ampia anche la presenza di aziende straniere provenienti da tutto il mondo, che offrono ai visitatori la possibilità di ammirare da vicino esemplari rari e insoliti. Spazi specifici saranno riservati ai giardini municipali italiani ed esteri. Manifestazioni collaterali verranno dedicate alle attrezzature agricole e da giardinaggio, e all’addobbo floreale; verrà allestita, infine, anche l’area del “Mercato verde”, dove sarà possibile acquistare direttamente dai produttori.

Il Golfo di Diana dista da Genova solo un centinaio di km, e può rappresentare una buona soluzione per trovare una sistemazione alberghiera di qualità durante lo svolgimento della fiera, a poco più di un’ora di auto dalla città.

(c) 2005 Giacomo Nervi - Photo (c) Andrea Sampietro

design
designdesigndesign
design
info@golfodidiana.itFranceGermanEnglishItalianoEnit ItaliaRiviera LigureRiviera dei FioriTop